RITRATTO

Rubeus era un uomo anziano.

In paese tutti noi lo chiamavamo col soprannome di Atlantideo, cioè abitante di Atlantide, perché nessuno conosceva le sue origini e sapeva da dove provenisse.

Atlantideo aveva una lunga barba e folti sopraccigli bianchi candidi; la sua pelle era color caffellatte e, nonostante l’età, non aveva molte rughe. I suoi occhi erano infossati e severi, di un azzurro chiarissimo.

Quando camminava per le vie, col suo bastone da passeggio, aveva un’andatura orgogliosa e non guardava in faccia nessuno; fissava il vuoto.

Non era certamente denutrito.

La sua enorme statura aumentava la gran soggezione che si provava ad essergli vicino.

Atlantideo indossava sempre una tunica turchina coi bordi blu elettrico, e calzava sandali di cuoio scuro.

Nessuno lo conosceva a fondo.

Non aveva mai voluto conoscere i suoi concittadini; viveva in un’abitazione in periferia ma nessuno c'era mai stato, nemmeno il postino passava più da lui: nessuno gli scriveva.

Nonostante il suo fare orgoglioso e la sua segretezza, era un saggio: si diceva, infatti, che seguisse le orme di Re Salomone. Non aveva mai avuto indecisioni in vita sua: l’incertezza non faceva parte del suo vocabolario personale.

Affrontava la realtà con la massima sicurezza: accettava le disgrazie e accoglieva i doni della vita. Non perdeva mai la pazienza ed il self-control: era indistruttibile.

Per la sua saggezza e per la sua sicurezza era ammirato e stimato.

Ora non c’è più.

Conserverò per sempre il suo ricordo e nelle situazioni difficili non dimenticherò la sua temperanza.

 

 

Marzo 2002

Maggio 2002: premio speciale della giuria al concorso " le parole dell’anima" di Firenze.

Dicembre 2002: terzo classificato, sezione giovani fino a 18 anni, al Concorso Letterario "L’Arcobaleno della vita" di Lendinara (Ro)

Marzo 2003: Il racconto " Ritratto" è selezionato per la pubblicazione nell’antologia giovani del Premio Letterario Internazionale " IL MOLINELLO" di Rapolano Terme (Siena)

Maggio 2003: secondo premio - sezione giovani al premio nazionale di narrativa "IL LITORALE" di Ronchi di Massa.

Gennaio 2004: il racconto "La rivolta delle acque" è segnalato dalla giuria del 4° concorso di scrittura creativa "Angela Cosenza" indetto dal Liceo Scientifico di Finale Emilia. Insieme a "Ritratto" è pubblicato sull’antologia "Occhi e Voci"